3 capacità cognitive a rischio da multitasking digitale

Quando ho iniziato ad interessarmi all'argomento digital detox, effetti della tecnologia e internet, ho scoperto un mondo di informazioni e di studi fatti da esperti in vari paesi del mondo. Insomma, all'inizio pensavo fosse un settore ancora poco esplorato ma ben presto mi son resa conto di quante università e autori si stanno dedicando ad approfondire cosa succede al cervello online.

Cosa ho trovato di interessante?

In questo articolo vorrei condividere con te ciò che ho scoperto in particolare sugli effetti su alcune capacità mentali importanti per l'uomo: 

  • creatività
  • memoria
  • attenzione

Perché queste tre? Beh semplicemente perché sono tre importanti skills per poter aver successo nella vita. Con successo non intendo diventare un imprenditore milionario, anche se per alcuni potrebbe calzare questa definizione. Piuttosto intendo essere soddisfatti, fare ciò che ti rende felice e appagato. 

In che senso esattamente? In diversi modi, qui ti dico in breve come.

La creatività è legata al problem solving e quindi al saper affrontare efficacemente imprevisti e difficoltà nella vita.

La memoria ci permette di immagazzinare informazioni che potremo poi connettere tra loro in un secondo momento e crearci delle opinioni, prendere decisioni e formare la nostra visione del mondo.

L'attenzione è fondamentale per poter cogliere ciò che la vita ci presenta e quindi poi poterlo usare, diciamo che senza attenzione non avremmo nemmeno la memoria in un certo senso.  

Multitasking digitale

I dispositivi digitali ci portano ad un multitasking continuo e il multitasker fatica a concentrarsi, non distingue cos'è rilevante da ciò che non lo è e il tutto porta a vivere nello stress. Solo i cosiddetti supertasker sono in grado di gestire molteplici stimoli senza un dispendio eccessivo di tempo ed energia ma questo riguarda circa il 3% della popolazione. Ti auguro di appartenere a questa minoranza ma se sei un comune mortale come me, non pensar di poter gestire molteplici cose insieme efficacemente. 

Cosa centra il multitasking in tutto questo? Centra eccome: è interessante vedere la reazione del cervello agli stimoli digitali, specialmente nelle 3 skills sopra citate.

Per ognuna di queste tre abilità di seguito ti consiglio un libro, una ricerca o pubblicazione interessante che analizza l'argomento. 

Creatività

Marc Prensky, autore ed educatore americano, tra le varie attività professionali ha scritto il libro From digital natives to digital wisdom. Praticamente ritiene che anche solo l'uso di servizi di messaggistica istantanea (messenger, whatsapp, telegram, viber, ecc) crei un calo nella creatività umana.

Questo succederebbe perché non pensiamo più outside of the box per conto nostro ma è un continuo botta e risposta con amici. Tra le varie attività, questo autore sta lavorando con diverse aziende americane (una delle ultime è Boeing) per prevenire gli effetti di una saturazione dell'online nei propri dipendenti e recuperare le proprie skills nel mondo offline. 

 Nell'emisfero destro avvengono i processi creativi

Nell'emisfero destro avvengono i processi creativi

Memoria

Elias Aboujaoude, autore del libro Virtually you: the Internet and the fracturing of the self ti fa riflettere sul rapporto tra le infinite capacità di archiviazione dati che oggi abbiamo e la capacità umana di memorizzare informazioni. Infatti l'autore dice che avere illimitate capacità di archiviare dati cambia la nostra capacità di archiviare nuove memorie e di ricordare le cose che dovremmo davvero ricordare.

Selezione informazioni memorizzare

Attenzione

Nel libro Una cosa alla volta dello psicologo Paolo Legrenzi e neuropsicologo Carlo Umiltà veniamo allertati dagli effetti che le realtà artificiali, prodotte nel web, hanno sul quanto dura la nostra attenzione. Il progetto The Offline Initiative della Commissione Europea ha proprio come obiettivo quello di salvaguardare la capacità di attenzione dell'essere umano minata dal sovraccarico di informazioni proveniente dal web. In ogni caso teniamo presente che online ci sono svariate attività e giochi per sviluppare l'attenzione, quindi non pensiamo che tutto il web, a priori, faccia male.

una cosa alla volta

Conclusione

Prenksy è abbastanza ottimista in merito alla possibilità di recupero delle proprie skills perse da un'eccessiva esposizione all'online, a patto che ne siamo consapevoli e vogliamo fare qualcosa in merito. Quindi sbrigati a rallentare e staccati dallo schermo che la vita là fuori è bella!