L’amore ai tempi di Tinder

Match significa amore? E quanto la freccia di cupido è direzionata da un algoritmo mentre siamo di fronte all’infinito catalogo di Tinder? Insomma siamo nella settimana di San Valentino e quindi non potevamo che parlare di Tinder e dell’amore che scocca sulle dating App.


Cerchiamo di capire un po’ di più se davvero su queste applicazioni si può trovare l’amore o se si tratta soltanto di incontri che si consumano in una sera. Dietro le nostre azioni, anche di fronte a Tinder, c’è un algoritmo che determina il nostro comportamento.


Più tempo su Tinder = più match

In un recente articolo pubblicato proprio nel sito ufficiale di Tinder dal titolo “Powering Tinder® — The Method Behind Our Matching” l’azienda spiega di aver modificato il funzionamento dell’algoritmo che porta al match. Di fatto sta applicando un sistema più aperto del passato in cui viene data precedenza, tra i vari criteri, alla permanenza online degli utenti. Avete capito bene e questo ha un ché di paradossale: si cerca di favorire gli utenti più attivi ed attivi contemporaneamente, ricompensandoli con un maggior numero di match. A seguire, la posizione geografica acquista ancora più rilievo, assieme alle preferenze espresse in partenza dall’utente. Quindi per trovare l’anima gemella su Tinder il trucco potrebbe essere passare parecchie ore sull’App! Per onor di cronaca però riportiamo anche un altro lato della medaglia.


L'amore online e offline: trova le differenze

Gina Potarca, ricercatrice presso l'Istituto di Demografia e Socioeconomia dell'Università di Ginevra in Svizzera, ha esaminato i dati di un'indagine del 2018 dell'Ufficio federale di statistica per saperne di più sulle relazioni formate online e offline. Il sondaggio ha incluso più di 3.200 persone di età superiore ai 18 anni che avevano una relazione e avevano incontrato il proprio partner nell'ultimo decennio.


Le coppie che si incontravano tramite un'app di appuntamenti erano più interessate a vivere insieme rispetto a quelle che si incontravano offline, e le donne che trovavano il loro partner tramite un'app di appuntamenti erano più inclini a volere figli rispetto a quelle che trovavano il loro partner in altri modi.

Inoltre, le coppie che si sono incontrate su app di appuntamenti erano felici nella loro relazione tanto quanto le coppie che si sono incontrate altrove.


Quindi non possiamo pensare che di per sé Tinder, e le altre App di dating non permettano di trovare l’amore ma dobbiamo essere consapevoli che il tutto è condito da una buona spintarella di un algoritmo.